Aprile 7, 2021

Utensili:  teglia ciambella conica diam. 28 cm circa, planetaria o lama di plastica del mixer da cucina, matterello e spianatoia
Casatiello Vegano
Sulla tavola Pasquale, nella mia famiglia, non è mai  mancato il Casatiello! Mia nonna, vegetariana dalla nascita, ne faceva uno per lei, fatto solo di formaggi, mentre per tutta la famiglia, ne faceva altri aggiungendo anche i salumi. Inutile dire, che quando nonna faceva qualcosa, aveva sempre un sapore speciale, quindi replicarlo in chiava vegana è stata una sfida ancora più grande perché immaginavo che nono solo non mi sarebbe venuto bene, ma soprattutto mai e poi mai buono come quello di nonna. Impavida e coraggiosa, però, quest'anno ho voluto provare e mi sono fatta mandare la ricetta da mia madre, che anni fa aveva già veganizzato. Devo essere del tutto onesta, non avevo letto quanto tempo ci volesse per farlo, quindi ho cominciato ignara delle ore di lievitazione che avrei dovuto attendere, ma posso dirvi che NE VALE DAVVERO LA PENA!! Il casatiello vegano è venuto ECCEZIONALE, saporitissimo e i miei ospiti (napoletani) mi hanno fatto tanti complimenti 🙂 

Ingredienti per fare il Casatiello Napoletano in Versione Vegana:

  •  600 gr di farina manitoba
  • 330 gr di acqua
  • 10 gr di lievito di birra fresco (oppure 3 gr di lievito secco)
  • 140 gr margarina vegetale
  • 10 gr di sale
  • 1 cucchiaio di pepe nero macinato al momento

Per la farcia:

Procedura passo passo per fare il Casatiello Napoletano in versione vegana:

  1. Mischia con delle fruste elettriche o planetaria, 95 gr di farina (presa dal totale), 100 gr di acqua (presa dal totale) ed il lievito, fino ad ottenere una crema liscia e priva di grumi.
  2.  Copri la ciotola con una pellicola e lascia lievitare ad una temperatura di 26 °- 28°  fino al raddoppio. Occorreranno circa 30 – 40 minuti
  3. Trascorso il tempo versa l'altra acqua e farina rimasta e mischia con la planetaria o impastatrice; oppure impasti a mano. Io ho usato la lama di plastica del mixer, che viene data in dotazione e serve proprio per impastare. L’impasto risulterà piuttosto compatto. Lascia lavorare a velocità medio – alta fino a quando il composto non si attacca più al cestello ma si aggrappa alla foglia (frusta K) o alla lama di plastica del mixer.
  4. Aggiungi la margarina a piccole dosi, non versala tutta insieme. Fai fare qualche giro all’impastatrice (prima velocità media poi alta).
  5. Quando i primi pezzetti di margarina si sono assorbiti completamente, spegni la macchina e porta l’eccesso di impasto verso il basso per ottenere una superficie liscia a forma di palla.
  6. Riponi l’impasto nella planetaria o mixer, aggiungi qualche altro pezzettino di margarina e ripeti l’operazione di incordatura  fino ad esaurimento della margarina.
  7. Aggiungi il sale, lascia lavorare finché non è completamente assorbito (pochi secondi) e aggiungete il pepe e mischia fino al completo assorbimento.
  8. Sostituisci la frusta k con quella ad uncino e completa la fase di incordatura dando gli ultimi giri ad alta velocità, alternando pause in cui rovescerai l’impasto. Se usi il mixer, impasta  per qualche altro minuto. L’impasto finale è pronto quando risulta ben incordato (che si tira e non si spezza)  liscio e lucido e non si attacca alle pareti del cestello.
  9. Forma una palla con il metodo spiegato sopra e ungi con la margherina una ciotola piuttosto capiente.
  10. Sigilla la ciotola con una pellicola e poni il panetto a lievitare ad una temperatura di 26° – 28° lontano da correnti d’aria  (io l'ho messo in forno spento con luce accesa) . Lascia riposare 3 ore.
  11. Trascorso il tempo, rovescia l’impasto direttamente su un piano di lavoro piuttosto ampio.
  12. Con le dita delle mani, allarga delicatamente gli estremi dell’impasto rovesciato e  piega a portafoglio: prima il lembo destro e sopra il lembo sinistro.Lascia riposare l'impasto per 30 minuti.
  13. Trascorso il tempo , prendi un matterello di legno piuttosto lungo e inizia a stendere l’impasto piegato, molto delicatamente, allungandolo in avanti. Quest’operazione va fatta delicatamente, un gesto incisivo di andata verso l’altro e poco ritorno. Fino ad ottenere una sfoglia piuttosto lunga e larga circa 25 – 30 cm dello spessore di 1 cm.
  14. Aggiungi il chorizzo tagliato a pezzettini ed i formaggi veg cospargendo completamente la superficie. Aggiungi del pepe.
  15. Ungi una teglia a ciambella con un velo di margarina.
    Qui puoi acquistare la TEGLIA A CIAMBELLA  tipica per questo rustico
    16. Lascia in forno spento ad una temperatura di 26 ° – 28°  per circa 2 h – 2 h e mezzo fino a quando il  Casatiello non avrà raddoppiato il suo volume, appare bello gonfio e ha raggiunto il bordo della teglia. 
    17. Trascorso il tempo, preriscalda il forno a  200°  per poi abbassarlo a 180°. Cuoci per circa 45 minuti  con forno statico, ponendo il Casatiello nella parte medio – bassa del forno. Dopo 30 minuti fai  la prova stecchino, perchè la cottura potrebbe cambiare di qualche minuto a secondo del forno che si utilizza. Un piccolo trucco è quello di appoggiare leggermente, senza alcuna pressione, dopo i 30′ di cottura, una foglio di alluminio sulla superficie del casatiello.
    18. Sforna, e lascia raffreddare in teglia per almeno 1 h.
    Ti consiglio di gustarlo freddo a distanza di qualche ora.
    Il Casatiello deve “assestarsi” ed è ancora più buono il giorno.
     
{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Ricevi Subito Gratis l'eBook!

19 Ricette Sane, Salutari e Gustose Per la Tua ColazioneI

>